giovedì 11 aprile 2019

2019 SAFETY FIRST: COMUNICAZIONE APERTA AI SOCI

CAMPIONATO ARER 2019
A PROPOSITO DI SICUREZZA E FAIR PLAY: DIVERTIRCI TUTTI, NEL RISPETTO DELLE REGOLE
Con l’approssimarsi dell’inizio della stagione agonistica ARER vi ricordiamo alcune raccomandazioni legate alla “SICUREZZA” con il semplice scopo di essere certi che il centro motore di ogni Tappa ARER rimanga quello di un sano divertimento dove tutti osserviamo alcune regole condivise. La prima fonte di informazione è il vostro Centro/Trainer che certamente vi ha dato le basi per montare correttamente e in sicurezza. Ma è anche vero che in "campo gara" durante le Tappe, soprattutto in orario di arena libera, si affollano in campo numerosi cavalieri e questo richiede maggiore esperienza ed attenzione, soprattutto - con pazienza e tolleranza - verso coloro che stanno iniziando.
Le gare ARER sono organizzate sotto l’egida IRHA-FISE e di conseguenza sono applicati i regolamenti esistenti in materia a livello nazionale e federale.
Ad oggi ARER (sin dall’anno scorso) ha costituito un Comitato Sicurezza (composto dai Tecnici di 3° Livello P.Artinghelliche è anche rappresentante Tecnici Fise-, F.Manara, L.Minarelli) i compiti di vigilanza e controllo tipici anche della funzione di Steward di gara.
Vi preghiamo tutti di attenervi ad eventuali osservazioni e/o richiami che vengano fatti in questo senso dai nostri 3 Delegati, sempre in una logica di cortesia reciproca e di fair play, infine avendo come fine ultimo la sicurezza di cavalieri e cavalli. 
In questo senso,
è possibile che vi sia fatta richiesta di adeguare immediatamente la vostra dotazione prima di proseguire l’allenamento (es. CAP per i Minorenni). Se invece durante il lavoro in campo, vi dovesse capitare di osservare qualcuno che sta tenendo una condotta inappropriata o che crea disagio verso le altre persone -  in questo caso -  vi invitiamo a rivolgervi con fiducia a uno dei tre tecnici sopra indicati affinchè verifichi e nel caso intervenga con la necessaria autorevolezza ed evitando inutili discussioni tra allievi.
Il buon comportamento e il fair play vale dal momento dell'arrivo in Tappa e riguarda anche tutte quelle normative e pratiche in materia di benessere animale che vanno sotto il nome dei FISE-FEI CLEAN SPORT e regolamentazione Antidoping, di cui sono responsabili anche penalmente atleti  e Trainers (e anche genitori, nel caso di atleti minorenni).
In particolare ricordiamo che tutti i cavalieri minorenni anche con patente BW-R  dovranno in ogni occasione montare con il CAP regolamentare (con o senza cappello western sovrastante)
Tutti i cavalieri minorenni (anche BW-R) e tutti i cavalieri (minorenni e maggiorenni) delle categorie di Avviamento pat. A, possono montare in gara e in campo prova solo in presenza del proprio Tecnico Federale di riferimento, riconosciuto secondo il regolamento Fise-Irha e il cui nominativo viene depositato in segreteria dal Tecnico responsabile, al momento dell’arrivo alla Tappa o in ogni caso con il foglio di iscrizione alle gare.
Si raccomanda l’uso del Numero di testiera in campo prova rammentando che in arena dovranno stare solo cavalieri e cavalli regolarmente iscritti ai ruoli federali e in possesso di regolare documentazione sportiva e sanitaria, della cui veridicità è  responsabile in ultimo il singolo atleta.
Nei casi più gravi di inosservanza delle regole o in ragione del rifiuto ad adempiere ad alcune richieste specifiche, si potrà ricorrere all’appiedamento dell’atleta o  a alla segnalazione/deferimento alla Autorità Sportiva competente
Suggeriamo, soprattutto ai cavalieri con minore esperienza di gare, di leggere anche il Vademecum ARER sulle norme di buon comportamento in arena che già di per sé sono un buon viatico per montare in sicurezza.

BUON DIVERTIMENTO A TUTTI !
E che la parola passi alle Arene di gara ...
Il Direttivo ARER